Bologna Marathon: 3000 atleti invadono le strade e i colli della città

«Sono nata per essere speciale e oggi dopo lunghi e faticosi mesi sono finalmente tua» questa la frase scritta sulla medaglia dei Finisher per la Bologna Marathon e la 30 km dei Portici. Parole che ci riportano allo scorso 1 Marzo quando era prevista la prima edizione poi annullata per l’emergenza Covid che, una dopo l’altra, ha cancellato per mesi tutte le manifestazioni podistiche in programma. Finalmente, però, domenica 31 ottobre, nonostante il cielo plumbeo che sembrava minacciare pioggia, migliaia di podisti si sono dati appuntamento per correre lungo le strade e i colli di Bologna. 

Il via alla Maratona è stato dato alle 9:30, alcuni minuti dopo lo start per la 30 km dei portici e alle 10 la city run di 6 km. Gli atleti in gara hanno dedicato tanto tempo e tante energie per arrivare preparati, correndo durante i mesi caldi e affinando il passo in queste ultime settimane. I due percorsi si sono snodati insieme lungo le strade della città per la maggior parte, la prima parte della gara è stata abbastanza veloce mentre gli ultimi km sono stati molto duri, in un falso piano in pendenza con pavimentazione in ciottolato e moltissimi cambi di direzione. Il lato positivo è stato il clima che ha permesso di correre freschi ed asciutti.

Più di 3000 gli iscritti alle tre gare che hanno sognato questa giornata e la hanno affrontata con passione, più di 1000 i volontari che lungo il percorso hanno sostenuto i runner, fornito acqua, barrette energetiche, gel e coordinato il traffico negli attraversamenti pedonali del centro. Spettacolare, infine, il team di organizzatori che con dedizione e costanza ha fatto centro nonostante le difficoltà di una gara che abbiamo aspettato per 19 lunghissimi e difficilissimi mesi.

Sia la Maratona che la 30 km dei portici hanno offerto il servizio pacer assicurando ai runner alcune guide sicure per mantenere un ritmo di corsa costante e raggiungere il risultato di tempo prefissato. Molti studenti e colleghi UniBo erano impegnati nelle due distanze principali e nella 6 km non competitiva. Partendo dalla 6 km facciamo i complimenti a Daniel Yeboah, studente del master in Data Science che ha vinto la Bologna City Run, e a Nausikaa De Ni arrivato secondo e studente Erasmus a Bologna. Un regalo speciale lo ha fatto Veronica Yoko Plebani, bronzo ai Giochi Paralimpici di Tokyo 2020 nel triathlon che studia all’Università di Bologna e che oltre a fare da madrina ieri alla presentazione dei pacer ha anche corso la 6 km oggi con noi!

Sulla 30 km dei Portici, Paola Motetti, ha sostenuto parte dei runner facendo da pacer per le 2 ore e 45 , mentre facciamo i complimenti a Danilo Cinti che ha corso per la prima volta la distanza regina. La Maratona a Bologna mancava da tanti anni e oggi gli ingranaggi hanno girato a mille….quindi una volta arrivati a casa e fatta una bella doccia calda non ci resta che pensare alla seconda edizione fissata fra poco più di quattro mesi, il 6 marzo 2022. Viva lo sport e viva Bologna!

Un pensiero su “Bologna Marathon: 3000 atleti invadono le strade e i colli della città

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetto" acconsenti al loro utilizzo. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi