DOMENICA 28 OTTOBRE 2018 ALLE ORE 16 Al LabOratorio San Filippo Neri GLI ANNI DEL SOGNO UN PROGETTO DI ANGELO VARNI SU ‘CERTI ANNI CON IL NUMERO 8’ PRIMA PARTE: 1848

Con Gabriele Duma, Antonella Franceschini e la Corale Lirica San Rocco
 
Prende l’avvio un ciclo di tre incontri che intende sottolineare le aspettative, gli stati d’animo, le speranze e le illusioni che mossero le coscienze in alcuni specifici anni della storia curiosamente sempre connotati dalla presenza del numero 8 in chiusura di data.
Domenica 28 ottobre alle ore 16 si parte dal 1848, un anno simbolo ‘per il risveglio dei popoli’ al nuovo mito nazionale e in particolare per il ruolo di Bologna capace di ribellarsi vittoriosamente allo straniero. 
La lectio dotta dello storico 
Angelo Varni, che cura l’intero ciclo, apre e chiude un incontro fatto di racconti degli accadimenti, letture e intermezzi musicali.
Intervengono gli attori Gabriele Duma e Antonella Franceschini e la Corale Lirica San Rocco diretta da Marialuce Monari impegnata in musiche di Verdi e Bellini con Kaorl Suzuki al pianoforte.
 
Il professor Angelo Varni analizzerà l’epica del Risorgimento raccontando questa pagina storica sul versante europeo e su quello più strettamente bolognese. Gabriele Duma leggerà pagine del ‘Mulino del Po’ di Riccardo Bacchelli e alcune cronache datate appunto 1848 di Enrico Bottrigari sulla rivolta cittadina, mentre Antonella Franceschini offrirà la lettera della contessina Carolina Tattini Pepoli sui moti e le barricate del periodo.
 
L’appuntamento si avvale della collaborazione dell’Istituto per la Storia del Risorgimento italiano (comitato di Bologna) e del museo civico del Risorgimento.

Letto 29 volte

Franca Pili

Franca Pili

Segreteria CUBo

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetto" acconsenti al loro utilizzo. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi