I GIOVEDì alla BIBLIOTECA D’ARTE E DI STORIA DI SAN GIORGIO IN POGGIALE a cura di Francesca Chelini, storica dell’arte

Il Circolo organizza visite guidate alla

BIBLIOTECA D’ARTE E DI STORIA DI SAN GIORGIO IN POGGIALE

via Nazario Sauro, 20/2 Bologna

a cura di Francesca Chelini, storica dell’arte

Nella Chiesa cinquecentesca sconsacrata di San Giorgio in Poggiale si trova una delle biblioteche più suggestive della città. Finemente restaurata dall’architetto e designer Mario De Lucchi, conserva al suo interno un patrimonio librario ed archivistico unico e opere d’arte di due tra i più apprezzati artisti contemporanei, Piero Pizzi Cannella e Claudio Parmiggiani. Un luogo sorprendente da non perdere.

La storia

La chiesa di San Giorgio in Poggiale, di antiche origini longobarde, viene progettata e realizzata tra il 1589 e il 1633 dall’architetto Tommaso Martelli e affidata ai Padri Serviti fino al 1798. Il suo nome deriva dalla via sulla quale si affaccia (oggi via Nazario Sauro), nota fino al 1919 come via del Poggiale.
Nel 1797, in seguito alle soppressioni napoleoniche, viene assegnata come sussidiale alla parrocchia dei Santi Gregorio e Siro.
Nel 1882, la chiesa viene affidata ai Gesuiti, che vi rimangono fino alla parziale distruzione seguita al bombardamento aereo del 25 settembre 1943. Mai più riaperta al culto e definitivamente sconsacrata, spogliata dei suoi arredi e delle opere d’arte, tra il 1959 e il 1962 la chiesa corre il rischio di essere demolita. Fu poi acquisita dalla Cassa di Risparmio in Bologna, che dopo un accurato restauro la destina a sede delle proprie collezioni.
Dal 2009 è sede della Biblioteca che porta il suo nome.

Iniziativa realizzata con il contributo dell’Università di Bologna

Francesca Chelini. Storica dell’Arte, educatrice museale e turistica, si laurea nel 2001 in filosofia presso l’Università di Bologna con una tesi in Storia dell’Arte Medievale e Moderna e si diploma, tre anni dopo, presso la Scuola di Specializzazione in Storia dell’Arte nel medesimo ateneo. Nel 2003 consegue l’abilitazione alla Professione di Guida Turistica per l’Emilia-Romagna. Collabora da tempo con diverse associazioni e cooperative che si occupano di didattica museale, in particolare con i servizi educativi di Genus Bononiae – Musei nella Città.

Letto 20 volte

Franca Pili

Franca Pili

Segreteria CUBo

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetto" acconsenti al loro utilizzo. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi