Il Cubo in festa, con il Rettore, per i suoi quarant’anni.

CLICCA QUI PER TUTTE LE FOTO

Sul bel prato del Palacus, fra il boschetto e lo stadio, con la lietissima partecipazione del Magnifico Rettore Francesco Ubertini, si sono festeggiati i quarantanni del Circolo Dipendenti Università di Bologna.

Un Circolo che non solo celebra un traguardo, di quattro decenni, che già di per sé racconta dell’importanza, la solidità di un’istituzione inserita ormai profondamente nella vita del nostro Ateneo, ma l’associazione può fieramente festeggiare il fatto d’essere arrivata a questo appuntamento nel pieno della sua attività e della sua missione come negli anni d’oro della voglia di stare insieme: ottocento iscritti, un’attività culturale con più di un evento mensile organizzato di proprio pugno (più di un centinaio quelli invece promossi con prevendite teatrali e museali in collaborazione con le istituzioni culturali), un sito internet sempre aggiornato, una rivista trimestrale di divulgazione e approfondimento culturale e scientifico, dieci discipline sportive seguite da ancor più squadre Cubo-UniBo, decine di appuntamenti fra visite guidate, gite e viaggi culturali.

E come ha ricordato il Rettore: “Il Circolo Dipendenti Università, che si occupa di organizzare promuovere ottime soluzioni per il tempo libero dei nostri dipendenti, svolge un ruolo importantissimo per l’Ateneo. Tutti noi lavoriamo meglio se abbiamo utilizzato il nostro tempo libero nel benessere, con attività intellettuali e fisiche virtuose, continuando ad acculturarci in compagnia di amici. Un clima di amicizia nei luoghi di lavoro rende possibile la risoluzione di qualsiasi problema e il raggiungimento di qualsiasi obiettivo”.

C’è parso che il Rettore, che proviene da cerimonie ovviamente spesso molto più formali, abbia voluto godersi fino in fondo questa serata estiva di festa e leggerezza conviviale, contornata dalle danze, fra chiacchiere e scherzi con i colleghi.

Ma il Circolo dipendenti Università anche nelle feste non perde l’occasione per proporre un’esperienza culturale, come la cena a cura dello chef Claudio Cavallotti, il quale traduce ricette dal greco e dal latino, per riprodurre vini, bevande, portate di pasta e di carni e dolci esattamente come consegnate ai posteri da etruschi, greci e romani. “Non mi interessa se i piatti vi piacciano o meno” ha spiegato Cavallotti “a me interessa di cucinarli esattamente come descritti dagli antichi nelle ricette che traduco. Non mi ispiro alle ricette, e ha poco senso provarle ad “attualizzarle” come fanno alcuni colleghi. Io eseguo gli scritti culinari nel dettaglio e per quanto riguarda i sapori considerati “eccessivi” credo di aver fatto cadere tutti i luoghi comuni: ad esempio, state mangiando piatti colmi di spezie, ma non le state “sentendo”.  Sapete perché? Perché lavoro molto sul delicato equilibrio fra le diverse quantità delle varie spezie che un piatto richiede, per cui ogni sapore deve esaltarne un altro, non prevaricarlo”.

Molta anche la soddisfazione del Presidente del Circolo Cesare Saccani, appena rinnovato in carica, come quella dei vecchi e nuovi consiglieri quali Paola Motetti e Elena Cocchi a cui ha augurato un buon futuro lavoro.

Assieme al Rettore il Presidente Saccani ha tagliato la torta, salutato gli iscritti e come in ogni festa annuale ha prestato riconoscimento a coloro i quali, durante l’anno, hanno portato contributi significativi all’attività del circolo. Quest’anno, fra tanti grandi amici del Circolo, l’attenzione è stata rivolta alle prestigiose “guide di qualità” che ci hanno accompagnato a mostre, musei, luoghi d’arte, da qui il vivo ringraziamento ai professori:

Bruno Marano (ci accompagnati alla Specola UNIBo)

Massimo Ferri (Mostra “Escher”, Palazzo Albergati)

Annalisa Tassoni (Orto botanico, UNIBO)

Rocco Mazzeo (Nettuno, durante il restauro)

Antonio Gottarelli (Area archeologica “Monte Bibele”)

Marco Antonio Bazzocchi (“Revolutjia” al Mambo e guiderà la mostra sulla fotografia del ’68 al MAST a Bologna).

V.C.

CLICCA QUI PER TUTTE LE FOTO

Letto 129 volte

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetto" acconsenti al loro utilizzo. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi