“In guerra e in pace: le molte vite delle opere d’arte” a cura di Elena Pirazzoli, Marcella Culatti, Pierluca Nardoni

Di cosa parliamo quando parliamo di un’opera d’arte?

Nella maggior parte dei casi, il discorso si incentra sull’autore, sulle caratteristiche formali, sul soggetto, qualche volta sul committente. Tutti aspetti fondamentali, che riguardano soprattutto la genesi dell’opera, il suo momento aurorale. Ma le opere attraversano il tempo, intrecciando relazioni con un pubblico molto diverso da quello per cui sono nate. A volte, il viaggio non è solo temporale, ma anche spaziale, le trasporta, anche pericolosamente, in ambienti lontani, innescando nuove possibilità di vita.

Il ciclo che abbiamo pensato tenta di raccontare appunto le varie vite che un’opera d’arte può attraversare: i viaggi, gli spostamenti, il cambiamento di fruizione e i nuovi proprietari. Di tutte quelle possibili, abbiamo scelto di soffermarci sulle vite più sofferte e traumatiche, quelle del tempo di guerra.

Per dar conto delle molteplici sfumature, abbiamo unito più voci tra loro distinte: Marcella e Pierluca vi racconteranno le vite prime, Elena le altre, tentando di restituire, nella pluralità di approcci, la complessità dell’oggetto opera d’arte.

Otto incontri, quattro opere, quattro storie diverse e affascinanti.

Mettetevi comodi, cominciamo.

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetto" acconsenti al loro utilizzo. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi