L’architettura razionalista a Bologna

Il Circolo organizza una visita di gruppo lungo l’itinerario della

BOLOGNA RAZIONALISTA

accompagnati dal dott. Pierluca Nardoni, Storico dell’arte

“Uno dei postulati della tendenza razionale è appunto che le nuove forme architettoniche, nei loro rapporti di vuoto e di pieno, di masse pesanti (cemento, mattoni, pietre) e di strutture leggere (ferro, vetro) abbiano a donar all’osservatore un’emozione artistica“ (Giuseppe Terragni)
Cos’è il Razionalismo? È un ideale, quasi un sogno architettonico. È il tentativo di far discendere la migliore forma possibile dalla funzione di una struttura, operando con purissime geometrie. Bologna ha avuto il suo peculiare Razionalismo, lo scopriremo attraverso un itinerario di un’ora circa che parte dalla facoltà di Ingegneria, capolavoro di Giuseppe Vaccaro, per proseguire verso il Liceo Augusto Righi e terminare all’inizio di via Marconi, dove si trova il Palazzo del Gas, porta d’accesso a un riassetto urbanistico che a metà degli anni Trenta vorrebbe dar vita a una “nuova” Bologna. Passeggiando vedremo il Razionalismo nelle sue novità di strutture e materiali, nei complessi rapporti con il regime fascista e nelle differenze con il contemporaneo classicismo: per esempio il Palazzo della Questura.

 

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetto" acconsenti al loro utilizzo. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi