“Più che mortale, Angel divino”: l’arte di Michelangelo Buonarroti | Seconda lezione a cura di Marcella Culatti, PHD in Arti visive

Celebrato già dai contemporanei come genio universale, maestro indiscusso del Rinascimento maturo e della
Maniera, Michelangelo è stato artefice di un linguaggio artistico di inesausta ricerca in tutti i campi delle arti:
scultura, pittura, architettura, poesia. Dalla Firenze dei Medici, di Savonarola e della Repubblica di Pier
Soderini, alla Roma di Giulio II e Paolo III, alle élite culturali della Riforma cattolica, ripercorreremo
insieme le tappe salienti della vita di questo straordinario personaggio, scandite dalla realizzazione di
capolavori sommi e imprescindibili per gli artisti dei secoli a venire.

Seconda lezione Il giovane Michelangelo a Bologna e Roma

Letto 184 volte

Franca Pili

Franca Pili

Segreteria CUBo

Un pensiero riguardo ““Più che mortale, Angel divino”: l’arte di Michelangelo Buonarroti | Seconda lezione a cura di Marcella Culatti, PHD in Arti visive

  • MICHELE SOLIMANDO
    29 Aprile 2020 in 10:47
    Permalink

    Rubrica stupenda! Grazie alle parole della esperta collega, si assapora la grandezza del genio di Michelangelo che in questo periodo ci aiuta a ricordare da dove veniamo. Complimenti, spero la rubrica continui.

    Caravaggio? 🙂

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetto" acconsenti al loro utilizzo. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi