Progetto Qi Gong – Educazione al benessere e alla cura di sé

di Antonella Giliberti

A partire dall’autunno del 2018, verrà riproposto il progetto, sostenuto dal C.U.BO dal titolo “Qi Gong – Educazione al benessere e alla cura di sé”, già svolto in più edizioni negli anni scorsi. L’iniziativa è nata con l’intento di facilitare la conoscenza e la pratica di un’antica arte per la salute, proponendo un percorso in orario adattabile alla necessità di coniugare vita-lavoro, con sessioni strutturate tenendo conto delle principali cause che possono incidere negativamente sul benessere psico-fisico (posture sbagliate, respiro bloccato, conflittualità, emotività, sedentarietà, ecc.) al fine di offrire uno strumento valido per limitare il disagio percepito e gli effetti negativi sulla salute.

Ma che cos’è il Qi Gong?

Qi Gong (o Chi Kung) è un termine moderno, in uso solamente da un centinaio di anni, che indica una serie di pratiche capaci di avere effetti positivi sul benessere e sulla salute della persona, intesa in senso olistico come unità corpo-mente. Nel passato queste pratiche, nate nell’antica Cina, venivano definite con altri termini, come DAO YIN che significa “guidare e condurre” il Qi, cioè l’energia vitale oppure YANG SHENG nel suo significato di “nutrire la vita”.

Il termine Qi Gong può essere tradotto semplicemente come “lavoro sull’energia”. L’energia, intesa come Soffio vitale, viene guidata nell’organismo al fine di mantenere o riportare armonia ed equilibrio, all’interno e all’esterno di esso, attraverso tecniche specifiche che combinano movimenti del corpo con la respirazione e la concentrazione mentale. I Maestri che hanno fondato le tradizioni tramandate nei secoli dalle innumerevoli Scuole e stili esistenti si ispirarono ai ritmi della natura, agli animali, agli elementi e alle leggi del cosmo e ci hanno lasciato un prezioso sistema di conoscenza oggi alla base di queste pratiche.

Il Qi Gong viene definito anche come “Arte della longevità” in quanto accelera il rinnovamento cellulare, porta ossigeno ai tessuti, calma la mente, allontana e trasforma i pensieri negativi, porta equilibrio alle disarmonie degli organi interni, attiva i processi di autoguarigione dell’organismo, aiuta la concentrazione e favorisce un atteggiamento ottimista nella vita quotidiana, tutte condizioni per vivere meglio e più a lungo.

A livello fisico (e al pari di altre pratiche fisiche), il Qi Gong mantiene il corpo in forma in quanto i suoi movimenti sciolgono le articolazioni, rafforzano anche la muscolatura interna e favoriscono la circolazione sanguigna e linfatica.

A livello mentale (e al pari di altre pratiche meditative) permette la connessione con la parte più profonda del nostro Essere, una maggiore consapevolezza di se stessi, il raggiungimento di uno stato di serenità e di chiarezza interiore.

Il corpo e la mente quindi sono visti come un’unica entità e le emozioni come parte integrante del tutto e da cui dipende in gran parte la nostra condizione psicofisica.
Gli esercizi sono adatti a tutte le età e a tutte le condizioni, non vi sono preclusioni perché è la pratica che si adatta al praticante e non il contrario.


Il Qi Gong si inserisce all’interno della tradizione Taoista fondata su conoscenze millenarie circa il funzionamento energetico del corpo e della mente dell’essere umano, come

microcosmo in connessione con il macrocosmo. Insieme all’Agopuntura, alla Farmacologia Cinese, alla Dietetica e al Massaggio cinese è uno dei cinque pilastri del mantenimento e del recupero della salute secondo il sistema della Medicina Tradizionale Cinese.

Numerosi studi moderni attestano la validità di questa pratica millenaria e i benefici ottenuti per il benessere della persona nella prevenzione delle malattie ma anche nell’offrire un valido strumento di intervento integrato per risolvere problematiche specifiche (obesità, ipertensione, disturbi del ciclo e della menopausa, ansia, depressione, ecc.) anche complesse e gravi. In generale, è molto utile nella riduzione dello stress, nel miglioramento del sonno, nel riequilibrio delle emozioni, nella eliminazione delle tossine e nel miglioramento delle funzioni vitali dell’organismo.

Il Qi Gong è una disciplina e come tale va praticato per ottenere i suoi benefici e richiede, al pari di ogni disciplina, pazienza, perseveranza e amore per se stessi. La cosa interessante è che queste qualità si sviluppano proprio con la pratica, per cui quelle che sono le condizioni diventano le conseguenze della pratica stessa, generando un circolo virtuoso che alimenta un atteggiamento costruttivo e propositivo in ogni campo della propria esistenza.

Di seguito una scheda sintetica del Progetto condotto nelle passate edizioni.

Ente facilitatore

C.U.Bo in collaborazione con Associazioni e Scuole del territorio che diffondono la pratica

Destinatari finali

soci C.U.Bo e dipendenti, ex dipendenti universitari e familiari

Obiettivi

  • ridurre gli effetti della vita sedentaria e dello stress, riscoprendo il proprio corpo attraverso il movimento consapevole, il lavoro sul respiro e la calma mentale

  • acquisire una buona mobilità e scioltezza e una postura più corretta

  • aumentare il benessere psicofisico

Metodi ed azioni

a cadenza settimanale, seguendo percorsi trimestrali, i dipendenti si sono ritrovati in una sala adeguata e, guidati passo passo da una insegnante formata e certificata da un lungo percorso europeo di formazione, studio, pratica e insegnamento, hanno eseguito sessioni di un’ora di Qi Gong con una serie di esercizi per migliorare il respiro, la postura, la mobilizzazione articolare e l’elasticità muscolare, muovere le stasi, favorire la concentrazione e il rilassamento mentale. Data l’eterogeneità dell’utenza, l’approccio è stato graduale e i progressi sono avvenuti in base alle effettive risposte evolutive del gruppo. Nel percorso, si è seguito l’andamento delle stagioni proponendo esercizi adatti a ciascuna di esse. Sono stati forniti inquadramenti teorici del sistema all’interno del quale le pratiche si inseriscono, al fine di migliorare la consapevolezza nella loro esecuzione. Sono stati organizzati ulteriori stage di approfondimento rispetto al percorso settimanale.

Principali risultati

consapevolezza da parte di partecipanti dei benefici derivanti dalla pratica del Qi Gong.

Punti di forza

  • accoglienza ed entusiasmo da parte dei partecipanti nei confronti della proposta

  • scelta strategica dell’orario dell’attività che coincideva con la conclusione della giornata lavorativa di molti lavoratori

  • vicinanza della sala alla sede di lavoro

  • accessibilità dell’iniziativa (costo dell’attività a carico del singolo ma con un contributo etico)

  • professionalità dell’insegnante

  • limitate esigenze logistiche (è sufficiente una sala pulita e adeguatamente riscaldata)

Criticità

difficoltà organizzative

Condizione di realizzazione

forte motivazione da parte dell’organizzatore

Valorizzazione del progetto

attraverso il sito e la mailing- list C.U.BO

Contatti

e-mail: benessereqigong@gmail.com

Letto 271 volte

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetto" acconsenti al loro utilizzo. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi