“Racconti di capolavori” a cura di Marcella Culatti PhD in Arti visive

Ci sono opere d’arte che si rivelano più familiari di altre, che siamo abituati a vedere riprodotte sulle copertine dei libri, che ricorrono in tutti i manuali. Di solito, si tratta di capolavori, di quei dipinti e quelle sculture che esemplificano al meglio la poetica e i raggiungimenti di un artista, che riassumono la cultura e le ricerche di un’epoca. In alcuni casi, così eloquenti da assumere la denominazione di ‘opere manifesto’. Così note, che non ci chiediamo più perché quelle e non altre, e se davvero la loro fama è legata alle loro caratteristiche estetiche o se invece sono intervenuti altri fattori a favorirla.

Il ciclo riporta al centro della riflessione otto di questi capolavori, datati fra Cinquecento e Ottocento… una sorta di grande ripasso, prima di poter tornare a godere dell’arte dal vivo tutti insieme.

Dopo la laurea in Lettere moderne e la specializzazione in Archeologia e Storia dell’Arte, Marcella Culatti consegue il dottorato di ricerca all’Università di Bologna, dove si ferma per alcuni anni in qualità di assegnista, prima di entrare nello staff della Fondazione Federico Zeri. Esperta di Arte moderna, ne affronta le problematiche con una particolare attenzione alla complessità dei risvolti iconografici e dei rapporti con la cultura coeva.

Franca Pili

Franca Pili

Segreteria CUBo

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetto" acconsenti al loro utilizzo. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi