Seconda edizione del CuboFest: sport e cultura per tutti i dipendenti dell’Alma Mater Studiorum

Anche per il 2024, il circolo sta organizzando il CUBoFest con tante iniziative, a Bologna e in Romagna, sia sportive che culturali, aperte a tutti i dipendenti dell’università. Ecco il calendario!

In ambito sportivo, a settembre, la sezione tennis del Cubo, in collaborazione con il Cus Bologna, proporrà per la prima volta un torneo di tennis universitario che si svolgerà al Centro sportivo Record e che coinvolgerà tutta la comunità (studenti e personale) del nostro ateneo e i soci delle due associazioni. E’ la prima occasione a Bologna di applicazione del protocollo d’intesa firmato recentemente dall’Associazione nazionale circoli italiani universitari (Anciu) con la Federazione italiana dello sport universitario (Federcusi) per incentivare le attività sportive all’interno delle università.

Per l’attività di trekking organizzate dalla sede di Forlì, pronta l’iniziativa del 22 settembre, Trekking Di-Vino, escursione & degustazione. Il programma dettagliato è in via di definizione.

Per quanto riguarda l’ambito culturale, Rocco Mazzeo, professore ordinario del dipartimento di chimica e presidente del Cubo, ci porterà a conoscere il M2ADL (laboratorio di microchimica e microscopia per i beni culturali di Ravenna), che opera nel campo della chimica applicata ai beni culturali. I ricercatori del laboratorio illustreranno l’attività di ricerca che si svolge all’interno e saranno a disposizione per analizzare, con tecniche analitiche non-distruttive, i dipinti che i partecipanti alla visita vorranno far esaminare, al fine di conoscerne i materiali costitutivi.

Sempre in Romagna, Giacomo Alberto Calogero, ricercatore del dipartimento delle arti, ci accompagnerà in due lezioni d’arte: una alla Pinacoteca di Faenza, il più antico istituto museale faentino (all’interno c’è la più importante rassegna di arte in Romagna dal medioevo al novecento) e l’altra al Tempio malatestiano di Rimini, dove si possono ammirare un affresco di Piero della Francesca e il bel crocefisso di Giotto. A Bologna, Mattia Guidetti, professore associato del dipartimento di storia culture civiltà, ci farà conoscere l’arte dell’Islam con una visita alla mostra “Conoscenza e libertà. Arte islamica al Museo Civico Medievale”.

A ottobre, per lo sport, il Cubofest prevede il trekking; Le sorgenti del Tevere & l’Eremo di S.Alberico. La sezione di Forlì ha organizzato per il 12 ottobre una passeggiata in un luogo iconico dell’escursionismo romagnolo: il Monte Fumaiolo, tra le faggete e i crinali, le sorgenti del Tevere e i sentieri che attraversano boschi e praterie.

Per la cultura, la programmazione di ottobre prevede a Bologna visite di gruppo, con le storiche dell’arte Sara Cosimini e Lara De Lena, alle due mostre di Palazzo Pallavicini: una dedicata al grande pittore espressionista italiano “Antonio Ligabue” e l’altra fotografica di “Tina Modotti”, esponente di spicco della fotografia e dell’attivismo politico della prima metà del Novecento.

Alla Fondazione Sabe per l’arte di Ravenna, Pasquale Fameli, ricercatore del dipartimento delle arti, accompagnerà un gruppo in visita alla Mostra dedicata alle donne fotografe che inaugurerà ai primi di ottobre.

E infine, con Marcella Culatti, storica dell’arte, si sta organizzando un tour di un giorno a Vicenza, dedicato al grande architetto Palladio e alle sue opere di maggior prestigio: Teatro Olimpico, Villa La Rotonda e Villa Valmarana ai nani.

Franca Pili

Franca Pili

Segreteria CUBo

Lascia un commento